MastopessiSi chiama mastopessi quell’intervento di chirurgia plastica estetica volta a rimodellare e dare nuovo vigore ad un seno vuoto, allungato, flaccido o cadente.

Può essere anche denominato anche lifting del seno, perché rivolto non a modificare il volume, ma la consistenza delle mammelle, conferendo loro un aspetto più giovane.

Obiettivi mastopessi

– sollevare la struttura mammaria: sia il grasso che le ghiandole;
– rassodare il seno dandogli un aspetto più giovane;
– rimodellare il profilo dello stesso;

Le pazienti che hanno un seno che è ceduto nella parte alta, a causa di un allattamento prolungato, gravidanza o perdita repentina di peso, sono le candidate ideali; indicato anche per chi ha i capezzoli rivolti verso il basso o presenta un eccesso di pelle, che dà un aspetto di cedevolezza alle mammelle.

La tecnica si avvicina a quella dell’ intervento di riduzione del seno, anche se con scopi diversi: nella mastopessi non è in gioco il volume, ma il restyling del seno.

L’intervento di mastopessi consiste nel praticare una serie di incisioni, volte all’ eliminazione della pelle in eccesso. Il medico valuterà una serie di parametri, per poi decidere la strategia da utilizzare. Bisognerà tenere conto della qualità del seno della paziente e dell’eventualità di associare altri interventi.

È un’ operazione che comporta dunque un risollevamento del seno, riportandolo nella posizione originale, donandogli un vigore giovanile. Sappiamo bene quanto sia importantissimo per le donne, avere un seno bello e proporzionato e quanto questo possa risultare irrimediabilmente rovinato da diete drastiche, stili di vita errati e gravidanze.